Questo articolo è stato letto 0 volte

Prestigiacomo, sì alla bici

Il suo dicastero, tra i tagli ai fondi e la fronda dei cacciatori in parlamento, ne ha dovute subire tante. Ma almeno sulla bici, Stefania Prestigiacomo non dovrebbe avere problemi. Il ministro per l’ambiente dovrebbe ricevere oggi l’ok del consiglio dei ministri al suo disegno di legge che incentiva l’utilizzo della bici nella mobilità quotidiana. Con innovazioni, come la possibilità di portarsi dietro le due ruote anche sui tram, che in altri paesi sono realtà da tempo. Il ddl, di 6 articoli, istituisce la seconda domenica di maggio giornata nazionale della bicicletta, con iniziative ad hoc delle amministrazioni locali e aree a traffico limitato; rende obbligatorio per gli uffici pubblici, che abbiano spazi per il parcheggio, posti riservati, e poi zone di sosta riservate nelle nuove metropolitane e la possibilità di portarsi la bici pieghevole, senza limiti di numero, sulle vetture tranviarie adibite a trasporto urbano.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>