Questo articolo è stato letto 1 volte

Politica delle acque a misura d’Europa

Oggi si tiene il preconsiglio dei ministri. Tra i provvedimenti al vaglio dei tecnici legislativi dei dicasteri, uno sui prodotti energetici, uno in tema di droghe e un terzo sulle acque. I primi due sono all’esame preliminare del governo, il terzo è pronto per il via libera definitivo del consiglio dei ministri. Andiamo con ordine, iniziando dall’ultimo. Si tratta di un decreto legislativo, che serve a recepire nell’ordinamento italiano la direttiva 2008/105/Ce, relativa a standard di qualità ambientale nel settore della politica delle acque. La normativa europea abroga cinque direttive preesistenti: la 82/176/Cee, la 82/513/Cee, la 84/156/Cee, la 84/491/Cee e la 86/280/Cee. Non solo, vengono anche riformate la direttiva 2000/60/Ce e 2009/90/Ce, che stabiliscono specifiche tecniche per l’analisi chimica e il monitoraggio dello stato delle acque. Come detto, il dlgs sulle acque è atteso al via libera definitivo dell’esecutivo. A esso, in preconsiglio, seguiranno gli altri due provvedimenti. Il primo è uno schema di regolamento, sotto forma di dlgs attuativo. Servirà a recepire in Italia la direttiva 2009/125/Ce del parlamento europeo e del consiglio, del 21 ottobre 2009. Si tratta di una normativa finalizzata a costruire nell’Unione un quadro armonico per l’elaborazione di specifiche condivise nella progettazione ecocompatibile di prodotti legati al comparto energetico. Il secondo è un decreto legislativo, anch’esso in prima lettura, in tema di precursori di droghe, costruito per attuare in Italia una sfilza di regolamenti: – il 273/2004 del Parlamento europeo e del consiglio, dell’11 febbraio 2004, – il regolamento n. 111/2005 del consiglio, del 22 dicembre 2004, – il regolamento (Ce) n 1277/2005/ce della commissione, del 27 luglio 2005, come modificato dal regolamento (Ce) n 297/2009 della Commissione dell’8 aprile 2009.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>