Questo articolo è stato letto 0 volte

Piccoli comuni, Anci: Patto di stabilità e proroga delel gestioni associate questioni prioritarie

piccoli-comuni-anci-patto-di-stabilita-e-proroga-delel-gestioni-associate-questioni-prioritarie.jpg

“Nel corso dell’esame al Senato della legge di stabilità è stata approvata una proroga sino al 1° luglio 2014 del termine per la gestione associata obbligatoria delle funzioni comunali per i comuni con meno di 5.000 abitanti o 3.000 se appartenuti o appartenenti a Comunità Montane”. È quanto sottolinea Mauro Guerra, coordinatore nazionale Anci piccoli Comuni, secondo il quale “si tratta di una misura che accoglie almeno parzialmente la richiesta più volte ribadita da Anci al Governo e per la quale sono stati presentati da Anci emendamenti di proroga di un anno sia in commissione Bilancio del Senato sulla legge di stabilità che su altri provvedimenti”. “Nel passaggio alla Camera – aggiunge – lavoreremo per completare la proroga chiedendo che il termine finale sia graduato sino al 31 dicembre 2014, facendo del 30 giugno prossimo una eventuale tappa intermedia relativa ad una parte delle nuove funzioni da associare obbligatoriamente; così da rispondere più razionalmente alle migliaia di piccoli comuni che la prossima primavera andranno al voto. Contestualmente – afferma ancora Guerra – andrà prorogato anche il termine di fine 2013 per la costituzione obbligatoria delle Centrali Uniche di Committenza, per il quale Anci in passato aveva già ottenuto proprio che fosse almeno allineato alle scadenze per le gestioni associate delle funzioni fondamentali. Nel passaggio alla Camera – conclude – continueremo anche l’iniziativa volta a esonerare i piccoli Comuni dalla ‘follia’ dei vincoli del patto di stabilità, con particolare riguardo alla spesa per investimenti. E nell’immediato, ovviamente, facciamo appello al governo affinché nel maxiemendamento alla legge di stabilità al Senato siano accolte le richieste dell’Anci”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>