Questo articolo è stato letto 0 volte

Parlamento europeo: più sicurezza ai consumatori

Secondo una risoluzione approvata martedì u.s. dal Parlamento europeo, ai consumatori deve essere garantita miglior protezione da prodotti difettosi e potenzialmente pericolosi. La risoluzione rappresenta il contributo dei deputati alla preparazione della prossima proposta legislativa della Commissione, prevista per fine anno, per nuove regole sulla sicurezza dei prodotti.
Stiamo dicendo alla Commissione che abbiamo bisogno di rivedere la direttiva, abbiamo bisogno di rafforzare il sistema di sorveglianza del mercato e avere una sorveglianza del mercato che sia coerente in tutto il mercato unico“, ha detto la relatrice Christel Schaldemose (S&D, DK) durante la presentazione in plenaria lunedì sera.
Tra i suggerimenti approvati dai deputati  vi sono: il potenziamento dei controlli alle frontiere e il miglioramento del quadro legislativo per permettere di ritirare rapidamente dal mercato beni difettosi sono
Relativamente al primo punto, i deputati ritengono che sia vitale, per lottare efficacemente contro la presenza nel mercato comune di prodotti difettosi, migliorare i controlli alle frontiere, in particolare nei porti. Nel testo approvato, i deputati chiedono alla Commissione e ai governi nazionali di introdurre sanzioni più severe contro le importazioni da paesi terzi che violano le norme di sicurezza. Inoltre, i deputati domandano maggior attenzione alle vendite online, in aumento, in particolare per le vendite di quei prodotti che possono causare danni diretti al consumatore, come i prodotti farmaceutici e alimentari.
La tracciabilità completa dei prodotti, lungo tutta la catena di approvvigionamento, è un altro punto chiave, secondo i deputati, per garantire la possibilità di ritirare, anche in via definiva, i prodotti difettosi dal mercato. A tal fine, bisogna assicurare alle autorità di frontiera risorse sufficienti.
Inoltre i deputati propongono anche di introdurre l’obbligo per le aziende produttrici di verificare la possibilità di rischi alla sicurezza e alla salute già nella fase di progettazione del prodotto e di creare una banca dati pubblica sulla sicurezza dei prodotti, che includa una piattaforma per le denunce, possibilmente basata su sistemi regionali e nazionali già esistenti.
La risoluzione è stata adottata con 628 voti a favore, 11 contrari e 7 astensioni (fonte Parlamento europeo).

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>