Questo articolo è stato letto 0 volte

Ok al contratto dei segretari

Stipulato definitivamente ieri all’Aran il C.c.n.l. 2006-2007 per gli oltre 4mila i segretari comunali e provinciali in servizio nei 10.000 enti fra comuni e province italiane. Ad apporre la firma l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle p.a. e tutte le Organizzazioni sindacali. L’accordo è relativo al quadriennio normativo 2006-2009 ed al primo biennio economico 2006-2007 e riguarda nello specifico circa 4mila500 unità. La parte normativa dell’ipotesi prevede nuove regole in materia di sanzioni disciplinari coerentemente alle previsioni del decreto Brunetta. Tra le novità, l’aumento mensile di 243,24 euro per le fasce A e B e di 197,27 per la fascia C, a regime dal 1° febbraio 2007. Una firma importante per la Cisl-Fp, che – dichiara il segretario nazionale Daniela Volpato – “rinnova un contratto scaduto da 5 anni e, oltre a garantire un aumento in linea con il biennio economico degli altri settori pubblici, migliora la normativa disciplinare con regole specifiche per la categoria”.  “L’accordo inoltre – puntualizza Volpato – contiene il primo passo verso l’equiparazione dello stipendio tabellare dei segretari comunali e provinciali con quello della dirigenza. Un impegno che sarà completato con la stipula del b.e. 2008/2009, la cui ipotesi di accordo è già stata sottoscritta”. “Si tratta di un risultato – rimarca il segretario della Cisl-Fp – che premia una linea volta a garantire risultati contrattuali certi per figure professionali importanti come i Segretari comunali e provinciali, ma anche miglioramenti per i cittadini che chiedono agli enti locali servizi sempre più efficienti e di qualità”. Per quanto riguarda l’aumento mensile, esso equivale a un incremento economico del 4,85% per il biennio tutto riversato sullo stipendio tabellare. Questo al fine di avviare il percorso per l’equiparazione economica con i dirigenti, da completare con il successivo biennio economico 2008-2009, e di permettere il pagamento degli arretrati. E ancora spazio alla previsione di uno specifico impegno che garantisce l’utilizzo di tutto l’incremento economico (3,2%) del rinnovo contrattuale 2008-2009 per l’equiparazione del tabellare con i dirigenti, oltre al conglobamento di una quota del salario di posizione senza effetti negativi sul salario in godimento e alla nuova normativa disciplinare con la previsione di norme conservative specifiche per la categoria dei Segretari e tutte le tutele necessarie anche in caso di recesso. Il commissario Antonio Naddeo aveva invece affermato di essere fiducioso di giungere anche alla sigla del secondo biennio economico 2008-2009 “in modo che potrà così concludersi, finalmente, tutta la tornata contrattuale 2006 – 2009”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>