Questo articolo è stato letto 38 volte

Nuovo codice appalti: definizione requisiti per gli operatori economici per l’’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria

Sono stati pubblicati alcuni recenti pareri del Consiglio di Stato in merito al nuovo codice degli appalti: si tratta del parere della Commissione speciale 3 novembre 2016, n. 2286 e del parere della Commissione speciale 3 novembre 2016, n. 2285. Qui disponibile in allegato il testo dei pareri preceduti da una sintetica massima introduttiva.

Cons. St., comm. spec., 3 novembre 2016, n. 2285
 Il Consiglio di Stato ha reso il parere sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti recante “definizione dei requisiti che devono possedere gli operatori economici per l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria e individuazione dei criteri per garantire la presenza di giovani professionisti, in forma singola o associata, nei gruppi concorrenti ai bandi relativi a incarichi di progettazione, concorsi di progettazione e di idee, ai sensi dell’art. 24, commi 2 e 5 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50″
>> Consulta il parere

Consiglio di Stato, comm. spec., 3 novembre 2016, n. 2286
Il Consiglio di Stato ha reso il parere sullo schema di Linee Guida redatte dall’ANAC sull’indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del codice
>> Consulta il parere


FORMAZIONE

Il nuovo codice degli appalti dopo i primi provvedimenti attuativi (le Linee guida ANAC sull’offerta economicamente più vantaggiosa e sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria)

Bolzano, 10 novembre 2016

Roma, 17 novembre 2016

Palermo, 24 novembre 2016

Firenze, 1 dicembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *