Questo articolo è stato letto 0 volte

Nel 2020 i consumi elettrici da fonti rinnovabili saranno il 30%

I consumi relativi all’elettricità da fonti di energia rinnovabile dovrebbero raddoppiare nel 2020 (rispetto al 2005) passando da 16,29% a 28,97%, quelli per il calore passerebbero dal 2,8% al 15,83% mentre per i trasporti dallo 0,42% al 6,38%. Lo sostiene il ‘Rapporto Italia 2011′ dell’Eurispes che riporta le proiezioni del Piano di azione nazionale 2010. In particolare, prosegue l’Eurispes, per la produzione elettrica, tra le fonti rinnovabili un ampio incremento è previsto l’eolico (oltre 24.000 Gigawatt al 2020) e per la biomassa (a 21.000 Gw al 2020), il solare registra 71.288 impianti fotovoltaici (nel 2009) per 1.144 megawatt. Per i trasporti il maggior consumo dovrebbe essere quello del biodiesel.
Secondo il Rapporto Eurispes la dipendenza energetica italiana risulta “molto elevata”. Nel 2008 questa dipendenza é maggiore per il carbone, con un aumento del gas naturale, importato per l’88%. Nel decennio 2000-2009 si registra poi una progressiva riduzione dei prodotti petroliferi, anche se costituiscono il 41% della disponibilità interna lorda nel 2009 (per il 93% importazioni). Nella classifica del consumo energetico interno diviso per fonte (al 2008) vincono i prodotti petroliferi al 42,91% (gas naturale al 38,33%, combustibili solidi all’8,98% e energia rinnovabile al 7,82%). I settori più energivori sono i trasporti (34,22%), l’industria (28,52%), e usi domestici e i servizi (21,35%).

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>