Questo articolo è stato letto 0 volte

Modena, il car pooling comincia on line

Un nuovo servizio web permette a più passeggeri di condividere le auto private per i propri spostamenti. L’iniziativa è partita in modalità sperimentale ed è rivolta al momento ai dipendenti del Comune e della Provincia

Il servizio “Car Pooling Modena” è promosso dal Comune e dalla Provincia di Modena – che ne curano anche gli aspetti informativi attraverso i propri URP – ed è gestito a livello organizzativo e amministrativo dall’Agenzia per la Mobilità di Modena (AMO).
L’iniziativa nasce per favorire l’uso della stessa automobile da parte di più passeggeri che in maniera più o meno regolare si spostano sui medesimi percorsi e in orari simili. Lo scopo finale è ridurre l’inquinamento ed il traffico stradale. Proprio per questo motivo, dopo un periodo di prova, i promotori hanno intenzione di estendere il progetto anche ai dipendenti degli enti e della aziende pubblici e privati che aderiranno ad una specifica convenzione d’uso.
Per usufruire del servizio, gli interessati possono accedere al sito www.carpoolingmodena.it, raggiungibile anche dai siti istituzionali di Comune e Provincia, e, dopo essersi registrati, indicare in un’apposita scheda orari, percorsi e ruolo (autista o passeggero) relativi ai propri spostamenti abituali. Il sistema informativo effettua poi un confronto tra i dati acquisiti e comunica agli utenti le sovrapposizioni di percorsi e orari che potrebbero essere più interessanti per le proprie esigenze. La composizione finale degli equipaggi spetta quindi agli utenti del sito, che possono contattarsi e prendere accordi sugli spostamenti.
Per promuovere la pratica del car pooling, sono allo studio forme di incentivazione che tengano conto anche della frequenza con cui si sceglie di viaggiare in compagnia. Tra le ipotesi già formulate figurano la riduzione o la gratuità della sosta nei parcheggi a pagamento, la fornitura di posti riservati nei parcheggi pubblici e aziendali, e quella di abbonamenti gratuiti per i mezzi pubblici. Già oggi inoltre, le auto che aderiscono a questo servizio possono circolare liberamente anche nei giorni di blocco o limitazione parziale del traffico.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>