Questo articolo è stato letto 0 volte

Mini comuni: valutatori non esclusivi

L’authority Civit modifica la sua posizione sulla esclusività dei componenti degli organismi indipendenti di valutazione (Oiv) negli enti territoriali (si veda in proposito l’articolo pubblicato sul Sole 24 Ore dello scorso 20 settembre). Con la delibera 107/2010 la Civit è tornata intelligentemente sui propri passi. Se così non fosse stato, infatti, si sarebbe posto il problema dell’esclusività degli Oiv, come definito dal punto 2.8 della delibera 4 Civit: una condizione comprensibile per i ministeri, ma assurda per gli enti territoriali. Come era scritto anche nell’articolo citato, se la posizione non fosse stata rivista, sarebbe stata a rischio l’intera impalcatura della riforma Brunetta. Infatti, se il legislatore avesse inteso il profilo dell’esclusività del rapporto assoluto anche negli enti territoriali (oltre che nello stato), di fatto avrebbe ammesso di voler coprire solo una piccola percentuale dei posti di componente Oiv con soggetti autorevoli (centinaia di valutatori per decine di migliaia di posti disponibili in Italia). Il resto ? vale a dire la gran parte ? sarebbe stato coperto “da non specialisti” della valutazione delle performance nella Pa, così come è avvenuto, negativamente, per i nuclei di valutazione interni con la stagione dei “controlli” (Dlgs 286/99). In un evento seminariale nazionale sulle performance pubbliche di fine settembre all’UniRoma 3, a cura di Aiv, il presidente della Civit, Antonio Martone, aveva già dichiarato di voler cambiare qualcosa in materiale esclusività degli Oiv per gli enti territoriali. Ed ecco la parziale modifica della delibera 4 con la delibera 107 per gli Oiv presenti in più enti territoriali: «Le esclusività ivi previste non operano quanto alla nomina di componente degli organismi indipendenti di valutazione se si tratti di più incarichi in enti di piccole dimensioni che trattano problematiche affini».

Continua a leggere su: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>