Questo articolo è stato letto 1 volte

Luoghi, risorse ed eventi, tutta Bologna in un’app

L’applicazione “Bologna smart” è scaricabile gratuitamente in italiano o in inglese sugli smartphone e tablet della Apple e su tutti quelli che funzionano su sistema operativo Android o Java. A breve è previsto anche il rilascio di uan sua versione per Blackberry.
La guida fornisce informazioni e schede di approfondimento sui luoghi da vedere e visitare in città, gli itinerari turistici, i numeri utili per chi arriva a Bologna e altre risorse sulle attrazioni locali, oltre che sulle strutture ricettive e di ristorazione. In aggiunta fornisce indicazioni di servizio sugli uffici e i servizi pubblici, compresi tutti quelli legati all’università locale e rivolti agli studenti. A tendere, grazie ad un impegno diretto del Comune di Bologna, la sua offerta informativa sarà sempre più integrata con quella della redazione della rete civica Iperbole.
Per permetterne un’agevole fruizione ed evitare tempi di scaricamento troppo lunghi, la app è costruita secondo un’architettura modulare: parte dei contenuti e delle informazioni, specie quelle di base, sono direttamente contenuti nella guida, mentre altre risorse e approfondimenti sono disponibili su un server remoto e consultabili su richiesta degli utenti. Tra questi, ad esempio, sono già in catalogo gli orari delle farmacie, schede sul percorso museale “Genus Bononiae”, e le mappe dei “Bimbo point”, degli hot spot wi-fi e dei parcheggi in centro.
Concepita come un vero e proprio work in progress, la app sarà arricchita in futuro con il contributo diretto di tutti i soggetti e le associazioni che hanno partecipato al suo sviluppo, così come delle imprese e delle altre organizzazioni che vorranno contribuire alla sua crescita. In un’ottica 2.0, l’intenzione è di permettere anche agli stessi utenti di fornire indicazioni, commenti e risorse, permettendo ad esempio ai turisti di dare una valutazione sui servizi ricettivi della città.
La guida è scaricabile al momento collegandosi alle piattaforme distributive delle app, e per accrescerne la visibilità sono stati allestiti cinque punti bluetooth nel centro di Bologna dai quali è possibile compiere l’operazione. In aggiunta, sono stati stampati e distribuiti negli alberghi, nei ristoranti e nei locali dei cartoncini promozionali che contengono al loro interno un codice Qr dal quale si può accedere direttamente alla applicazione. Per fare in modo che i turisti ne vengano subito a conoscenza una volta giunti in città, il comune ha annunciato che è allo studio una integrazione delle aree wi-fi di Iperbole e dell’Aeroporto Marconi. A quel punto, una volta scesi dall’aereo si potrà accedere direttamente ad un “network di accoglienza” e scaricare lo strumento.
Oltre al comune e alla Fondazione del Monte, alla realizzazione della guida hanno finora contribuito Biblioteca Sala Borsa, Provincia di Bologna, Camera di commercio, PromoBologna, Università, Fondazione Carisbo, Aereoporto, Fiera, Ascom, Confesercenti e la Curia locale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>