Questo articolo è stato letto 0 volte

Liberati 58 milioni per il debito Tarsu

Spendibili, entro fine anno, i 58 milioni di euro stanziati dal ministero dell’istruzione per i debiti Tarsu fino al 2006. Grazie all’integrazione, avvenuta nei giorni scorsi, dell’accordo siglato nel 2008 in conferenza stato-città ed autonomie locali sulla tassa rifiuti, le somme saranno erogate dal dicastero dell’istruzione direttamente ai comuni sulla base delle indicazioni fornite dall’Anci. «La rilevazione effettuata nei mesi scorsi dal Miur presso le proprie scuole», dichiara Daniela Ruffino, sindaco di Giaveno e responsabile istruzione dell’Anci, «aveva accertato una situazione debitoria molto contenuta e di molto inferiore alla cifra che invece sarà erogata nei prossimi mesi». Nei prossimi giorni l’associazione nazionale dei comuni presieduta da Sergio Chiamparino avvierà una rilevazione, da concludersi entro il mese di settembre, attraverso la quale acquisire con certezza l’ammontare del debito pregresso. Con la distribuzione di queste risorse potranno essere definite le situazioni di contenzioso ancora esistenti con le scuole. La rilevazione ha anche un latro obiettivo, in verità: far emergere il debito anche del 2007 per il quale si dovrà poi avviare una procedura ad hoc. «A questo punto», dice la Ruffino, «è molto importante la collaborazione dei comuni per l’invio dei dati richiesti al fine di rientrare, entro la scadenza dell’anno in corso, ed evitare il rischio di perdere le risorse a disposizione».

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>