Questo articolo è stato letto 0 volte

“Leggi europee bis”, iniziato l’iter parlamentare

Ha preso il via l’esame congiunto in sede referente presso la XIV Commissione Politiche  dell’Unione Europea dei disegni di legge “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2013 – secondo semestre e “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013 bis”.

Si tratta delle due “Leggi europee bis” approvate dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari europei, Enzo Moavero Milanesi, l’8 novembre scorso. I due provvedimenti sono volti a recepire le normative più recentemente adottate a livello di Unione Europea e a chiudere svariate procedure d’infrazione al diritto UE, suscettibili di determinare sanzioni pecuniarie a carico del Paese.

La Legge di delegazione europea 2013 (secondo semestre) ha iniziato il suo iter in Commissione il 28 novembre scorso. Da questa settimana, si è affiancato per l’esame della stessa Commissione anche la Legge europea 2013 bis.

Il nuovo disegno di legge europea 2013 bis mira a chiudere 8 procedure d’infrazione e 9 casi precontenziosi (c.d. “EU-Pilot”) e a dare attuazione a due regolamenti UE, a una sentenza della Corte di Giustizia UE e a una decisione Euratom. Mentre il nuovo disegno di legge di delegazione europea 2013 contiene la delega per il recepimento di 15 direttive, nonché alcune deleghe al Governo per l’attuazione di atti dell’Unione Europea.

(Fonte: Dipartimento politiche europee)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>