Questo articolo è stato letto 36 volte

Legge elettorale, ok al Rosatellum-bis: chi vince e chi perde (oggi)

Fonte: La Stampa

Dopo l’ok alla Camera giunto ieri sera, la nuova legge elettorale passa al Senato per l’ok finale. Ecco le reazioni e i punti di vista relativi alle 3 principali aggregazioni politiche italiane.
A parole Matteo Renzi aveva continuato ad affettare indifferenza («La legge elettorale? Non ci vado pazzo…»), con la postura di chi vuol dimostrare all’opinione pubblica che i suoi pensieri sono ben altri: più concreti, più vicini ai problemi del popolo italiano. Ma la «grande soddisfazione» fatta trapelare, a conti fatti, dal leader del Pd racconta il compiacimento di chi ha cercato, voluto e alla fine ottenuto il voto positivo della Camera dei deputati. Matteo Renzi ha vinto la prima mano e quasi certamente vincerà, con l’aiuto consapevole e manifesto di Berlusconi, Salvini e Alfano, anche la seconda: quella del voto di palazzo Madama. A quel punto il Rosatellum bis sarà legge dello Stato. La quinta riforma elettorale in 25 anni. Ogni quinquennio, una legge. Un record mondiale, che carica il leader del partito di maggioranza relativa di un peso persino superiore alle sua quota di responsabilità per questo poco invidiabile score…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *