Questo articolo è stato letto 1.115 volte

Legge di Bilancio: le ultime novità per gli Enti locali in materia di personale

Legge di Bilancio: le ultime novità per gli Enti locali in materia di personale

Sono in fase di conclusione lavori di limatura degli ultimi emendamenti apportati alla Legge di Bilancio 2018 in commissione Bilancio alla Camera. Folto il capitolo sugli Enti locali che ha occupato quasi tutti i lavori in commissione. Tra i punti rilevanti non possono essere taciuti i numerosi  interventi in materia di personale: eccoli in rapida sintesi. Si riaprono le assunzioni in Province e Città metropolitane: ai nuovi ingressi si potranno dedicare tutti i risparmi da cessazioni negli Enti che riservano agli stipendi fino al 20% delle spese correnti, mentre negli altri casi il turnover sarà al 25%. Previsto poi il ricambio pieno anche nei Comuni fra 3 e 5mila abitanti, a patto che il rapporto fra spese di personale e uscite correnti non superi il 24% (fino a 3mila abitanti è già così). Con riferimento ai Piccoli Comuni cresce poi da 15 a 25milioni (trasformandosi in strutturale) il fondo avviato dalla legge sui borghi (legge 6 ottobre 2017, n. 158).

>> CONSULTA LA PAGINA SPECIALE SULLA LEGGE DI BILANCIO 2018.

>> PER APPROFONDIRE:
Consulta gli emendamenti di particolare interesse per gli Enti locali;
– Dossier – Legge di Bilancio: quadro di sintesi degli interventi;

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *