Questo articolo è stato letto 551 volte

La partecipazione dei cittadini e degli utenti nella misurazione della performance negli Enti locali

Misurazione della performance negli Enti local

di PAOLA MORIGI

Il d.lgs. del 25 maggio 2017, n. 74, com’è noto, emanato in attuazione dell’art. 17, c.1, lettera r), della l. 7 agosto 2015, n. 124, ha cambiato il d.lgs. n. 150/2009 (“decreto Brunetta”), introducendo innovazioni che andranno a produrre dei riflessi nella valutazione della performance.
Alcune di queste modifiche si riferiscono alla partecipazione di cittadini e utenti nei processi di valutazione e potranno avere un certo impatto, soprattutto nei Comuni, nelle Province o Aree metropolitane, dal momento che la popolazione locale si confronta di frequente con tali Enti per le diverse tipologie di servizi che vengono offerti sul territorio.

Partecipazione dei cittadini: le principali nuove norme

Ma vediamo quali sono le principali nuove norme che direttamente o indirettamente fanno riferimento alle opinioni espresse da chi utilizza i servizi:
–  il nuovo testo dell’art. 7 del d.lgs. n. 150/2009, riferendosi alla funzione di misurazione e valutazione della performance, precisa che la stessa è svolta anche dai cittadini e dagli utenti, che partecipano secondo quanto stabilito negli articoli 8 e 19-bis del d.lgs. n. 150/2009;
–   l’art. 8 dedicato alla performance organizzativa abbina l’attuazione delle politiche al “conseguimento di obiettivi collegati ai bisogni e alle esigenze della collettività”;
– l’art. 14 dedicato all’organismo indipendente di valutazione (Oiv), oltre a precisare che la Relazione sulla performance deve essere redatta in forma sintetica e chiara, per rendere immediata la comprensione da parte dei cittadini e degli utenti, ribadisce che gli oiv, nel validare tale Relazione, devono tenere conto “anche delle risultanze delle valutazioni realizzate con in coinvolgimento dei cittadini o degli altri utenti finali per le attività e i servizi rivolti, nonché, ove presenti, dei risultati prodotti dalle indagini svolte dalle agenzie esterne di valutazione e dalle analisi condotte dai soggetti appartenenti alla rete nazionale per la valutazione delle amministrazioni pubbliche”.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *