Questo articolo è stato letto 12 volte

In Valle d’Aosta guardiani a difesa dei giardini pubblici dagli attacchi dei vandali

L’amministrazione comunale di Pont-Saint-Martin si allea con pensionati e ragazzi del paese per contrastare il teppismo e per gestire i beni pubblici. Il nuovo progetto di cittadinanza attiva prevede la collaborazione di tre anziani per controllare i giardini pubblici, l’area caratterizzata da prati, viali ombrosi, panchine e giochi, da poco riaperta dopo nove mesi di lavori. A occuparsene saranno Giuseppe Cortese ed Enio Ratto di Pont-Saint-Martin e Vittorio Manganello di Donnas.

«L’idea è nata dopo un accordo siglato con Giorgio Bonin per il controllo dell’area attrezzata di Bousc Daré, in una zona fuori paese – dice l’assessore Fabio Badery -. Abbiamo visto che la collaborazione funziona e quindi abbiamo deciso di estenderla anche ai giardini pubblici in centro paese, il Parc de Loisirs, che è diventato un luogo di aggregazione molto frequentato, bonificato e riqualificato con una spesa di 550 mila euro»…

Continua a leggere su: La Stampa

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>