Questo articolo è stato letto 0 volte

Imu anticipata al 2013, tributo unico sui rifiuti

Più un segnale politico della Lega al suo elettorato che un provvedimento vero e proprio. Nonostante il comunicato di Palazzo Chigi parli di esame preliminare del primo decreto correttivo del federalismo il testo è ancora da chiudere. Le novità principali investono il fisco municipale: l’avvio dell’Imu sugli immobili viene anticipato dal 2014 al 2013 senza toccare l’aliquota base (0,76%). Ai Comuni non andrà più la compartecipazione Iva ma all’Irpef (al 2%). Le modifiche investiranno anche la tassazione dei rifiuti ma qui la partita è completamente aperta: l’unica certezza è che Tarsu e Tia lasceranno il posto a un nuovo tributo comunale che graverà sia sullo smaltimento dei rifiuti che sui servizi aggiuntivi.

Fonte: Il Sole 24Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>