Questo articolo è stato letto 2 volte

Il Parlamento europeo sostiene il rafforzamento della lotta alla corruzione nell’Ue

Secondo un sondaggio svolto nel 2009 dall’Eurobarometro, quattro cittadini europei su cinque considerano la corruzione un problema serio nei rispettivi Stati membri. In un’altra consultazione pubblica, l’88% degli intervistati ha dichiarato che l’Europa dovrebbe fare di più per contrastare la corruzione. Si calcola in effetti che ogni anno circa 120 milioni di euro spariscono a causa della corruzione. In una risoluzione approvata nei giorni scorsi il Parlamento chiede sanzioni su scala europea contro la corruzione.
Alla Commissione chiede di intensificare la lotta alla corruzione e presentare la valutazione sull’impatto economico della lotta alla corruzione in Europa per il 2012, in anticipo rispetto a quanto prevedeva il pacchetto presentato a giugno.
La Commissione ha promesso di preparare nuove “relazioni anti corruzione”, che diano un quadro chiaro degli sforzi e dei risultati, ma anche dei fallimenti e delle vulnerabilità, nei 27 Stati membri e individuino tendenze e debolezze delle politiche nazionali.
ll documento approvato sottolinea che per combattere la corruzione dovrebbe esserci una maggiore trasparenza delle operazioni finanziarie, in particolar modo di quelle che coinvolgono i paradisi fiscali ed invita infine tutte le istituzioni europee e tutti gli Stati membri a rafforzare la trasparenza attraverso l’elaborazione di codici di condotta, o il miglioramento di quelli esistenti, che contengano, come minimo, regole chiare per proibire il conflitto d’interessi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>