Questo articolo è stato letto 0 volte

Il parere del Consiglio di Stato sullo schema di regolamento recante criteri e modalità di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica per i diciottenni

Il Consiglio di Stato ha reso il prescritto parere (Consiglio di Stato, sez. atti norm., 6 settembre 2016, n. 1851) in merito allo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo a coloro i quali compiono diciotto anni di età nell’anno 2016 di una Carta elettronica del valore di euro 500, utilizzabile entro il 31 dicembre 2017 per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l’acquisto di libri nonché per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo. Il parere ha giudicato positivamente l’idea di valorizzare l’accesso alla cultura da parte delle fasce di età giovani sfruttando le potenzialità offerte dalla rete internet, fornendo alcuni suggerimenti per la migliore implementazione del sistema e indicando l’opportunità di ampliare il più possibile la tipologia dei beni e dei servizi acquistabili con la carta.

Il Consiglio di Stato ha inoltre formulato alcuni rilievi tecnici, volti a semplificare il funzionamento del congegno predisposto per l’utilizzo della Carta. In particolare è stato suggerito di precisare che il beneficiario della carta informatica dovrà generare documenti cartacei da utilizzare al momento dell’acquisto presso il luogo dove viene offerto il bene o servizio richiesto e di precisare e che i voucher generati ma non utilizzati non possono più essere spesi una volta raggiunto il tetto di spesa.  Recependo le preoccupazioni del Garante della privacy, il parere si conclude con una serie di indicazioni dirette a tutelare la riservatezza dei dati personali acquisiti nello svolgimento delle procedure previste dal regolamento.

>> SCARICA IL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO 6 SETTEMBRE 2016, N. 1851

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *