Questo articolo è stato letto 2 volte

Il milleproroghe è legge

il-milleproroghe-e-legge.jpg

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto-legge 216 del 2011 milleproroghe. I sì sono stati 336, 61 i no e 13 gli astenuti. Il testo va ora alla firma del Capo dello Stato. Ecco le principali novità

PENSIONI: i lavoratori che hanno ricevuto dalle aziende in crisi un incentivo all’esodo essendo in prossimità dell’età pensionabile, che con la riforma rimarranno senza stipendio e senza pensione, potranno andare in pensione con il vecchio sistema pensionistico. La data dell’interruzione del rapporto con l’azienda è fissata entro il 31 dicembre 2011 compreso. Vale per accordi individuali e collettivi. I lavoratori precoci, sino al 2017, potranno andare in pensione con 42 anni di contributi, anche se non avranno compiuto 62 anni e senza le penalizzazioni previste dalla riforma. Nell’anzianità contributiva saranno conteggiati gli anni effettivamente lavorati compresi i periodi maternità, leva militare, infortunio, malattia e cassa integrazione ordinaria. Conteggiati anche i contributi figurativi delle madri con figli disabili e degli uomini che hanno usufruito della paternità obbligatoria.

SIGARETTE PIÙ CARE: a copertura di alcune modifiche al provvedimento, come quelle sulle pensioni o gli stanziamenti alla Fondazione verdi, ci sarà un innalzamento del prezzo dei tabacchi lavorati.

GRADUATORIE SCUOLE: via libera a una fascia aggiuntiva alle graduatorie già esistenti per una limitata categoria di personale docente abilitato. Non vengono più riaperte le graduatorie come invece prevedeva il testo uscito dalla Camera.

STOP CONDONO AFFISSIONI MANIFESTI POLITICI: soppresso l’emendamento inizialmente approvato che prevedeva un condono per l’affissione abusiva dei manifesti politici.

RIMBORSI ELETTORALI: consentiti i rimborsi per le elezioni regionali in Molise dello scorso ottobre anche se le spese sono state notificate fuori dai termini previsti.

SCUOLA/ENTI LOCALI: rinviati al 2013 i tagli alla spesa per il personale della scuola degli enti locali. La norma vigente prevede un taglio del 50% rispetto alle risorse stanziate nel 2009.

UNIONE DEI COMUNI: proroga di nove mesi per i comuni sotto i mille abitanti per quanto riguarda il loro accorpamento e la costituzione delle Unioni dei comuni.

VIGILI DEI COMUNI TURISTICI: possibili le nuove assunzioni a tempo determinato fino a tutto il 2013 per i vigili urbani nei comuni turistici durante i periodi di maggiore affluenza.

SISTRI: prorogata l’entrata in vigore del Sistri al 30 giugno 2012. Nella manovra di ferragosto l’entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti era stata stabilita a febbraio.

ALLUVIONE A MESSINA: sospensione dei tributi e versamenti contributivi per gli alluvionati del messinese. Denaro a Pietrelcina: 500mila euro nel 2012 per il Comune di Pietrelcina.

TRANSFRONTALIERI: franchigia anche per il 2012 in favore dei lavoratori transfrontalieri che però scende da 8.000 a 6.700 euro.

ASSICURAZIONI: le minusvalenze derivanti dalla svalutazione dei titoli di Stato non peserà sul patrimonio delle compagnie assicurative.

COCER: rappresentanza dei militari con i Cocer rieleggibile due solo volte. I procedimenti elettorali per il rinnovo dei consigli di rappresentanza devono concludersi entro il 15 luglio 2012.

VITTIME AMIANTO: proseguiranno anche per tutto il 2012 le erogazioni dei benefici previdenziali per coloro che sono stati colpiti dalle malattie provocate dall’amianto.

LIBIA: prorogati per il 2102 i benefici fiscali in favore degli gli italiani che vennero rimpatriati dalla Libia.

PESCA E ACQUACULTURA: In arrivo sei milioni per la prosecuzione del programma nazionale triennale per la pesca marittima e l’acquacoltura.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>