Questo articolo è stato letto 0 volte

Governatori e sindaci: così servizi a rischio

Attaccano i Comuni: «Così il federalismo è al capolinea». Rincarano la dose le Regioni: «Sono scelte gravi, tagli alla cieca, così i servizi sociali saranno a rischio e colpiranno pesantemente i cittadini». Governatori e sindaci alzano le barricate contro la manovra. E si preparano a una difesa a oltranza contro un decreto che, se sarà confermato nella versione arrivata all’esame del Consiglio dei ministri, assesterebbe a loro dire un altro colpo micidiale ai bilanci locali, dopo i tagli della manovra estiva dell’anno scorso. Ieri il Governo non ha aperto alcuna spazio al dialogo con governatori, sindaci e province. Troppo tardi per farlo, troppo rischioso proprio a ridosso del varo della manovra, tanto più mentre con le Regioni c’era anche la necessità di cercare di sminare la bomba dei rifiuti di Napoli. Ma l’appuntamento per il vertice col Governo è già in agenda: si terrà mercoledì della prossima settimana. Quando saranno messe sul piatto tutte le contro-richieste, anche quelle fin qui disattese sui conti del 2011, a cominciare, per le Regioni, dalle partite calde del trasporto pubblico locale e della sanità.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>