Questo articolo è stato letto 71 volte

Fabbisogni standard per i Comuni, in G.U. gli ultimi aggiornamenti: di cosa si tratta?

Fabbisogni standard per i Comuni,

di PAOLA MORIGI

Il 27 febbraio scorso è stato pubblicato nel S.O. n. 10 alla Gazzetta Ufficiale il testo del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 22 dicembre 2017 contenente l’aggiornamento, predisposto dalla soc. Sose, a metodologia invariata, dei fabbisogni standard per i Comuni, per l’esercizio 2018. Ma vediamo concretamente di cosa si tratta.
Com’è noto la disciplina dei fabbisogni standard nasce in  relazione alla l. 5 maggio 2009, n. 42  ̶   la legge delega sul federalismo fiscale – con l’obiettivo di pervenire ad un graduale e definitivo superamento del criterio della spesa storica, che non assicura trasferimenti correnti equi in relazione ai reali fabbisogni e alle necessità degli Enti locali.
Con riferimento ai Comuni si sono individuate una serie di funzioni fondamentali, in alcuni ambiti specifici: funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo; polizia locale; istruzione pubblica; viabilità e trasporti; gestione del territorio e dell’ambiente; settore sociale. Sono poi state diffuse le Note metodologiche, sulla base diquanto stabilito nel d.lgs. 26 novembre 2010, n. 216, applicativo della legge delega n. 42/2009.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

Il nuovo controllo di gestione negli Enti Locali

Il nuovo controllo di gestione negli Enti Locali

Paola Morigi, 2017, Maggioli Editore
Il controllo di gestione, che il legislatore nel corso degli anni ha richiamato in più occasioni nelle diverse leggi di bilancio e nelle normative infrannuali tese ad applicare i principi della Spending Review, risulta indispensabile oggi per operare negli enti locali, ove è...

48,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *