Questo articolo è stato letto 0 volte

Etichette verdi anche per tv, Ue guida a risparmio

A partire da fine 2011 i consumatori europei potranno risparmiare quando comprano un televisore: la Commissione ha proposto di estendere anche alle tv lo schema di etichettatura ‘verde’ che oggi esiste per lavatrici, frigoriferi e lavastoviglie, e che consente di acquistare il prodotto più conveniente dal punto di vista del consumo energetico. Un televisore, spiega Bruxelles, consuma in un anno quanto una lavatrice e pesa per il 10% sulle bollette degli europei. “Per la prima volta, anche i produttori di tv dovranno rendere nota l’efficienza energetica dei loro apparecchi, utilizzando una scala che va da A a G”, come quella che è giàobbligatoria per gli altri elettrodomestici. E la Commissione precisa che gli apparecchi di classe A, ovvero quelli che fanno risparmiare più energia, è vero che costano di più ma permettono un risparmio a lungo termine. Già le etichette per frigo e lavatrici, introdotte nel 1995,hanno dimostrato che acquistando un elettrodomestico di classe A si aveva un risparmio energetico di 1000 euro in 15 anni. Al momento, i produttori di televisori non sono obbligati ad applicare le etichette, che diventeranno obbligatorie a fine 2011. Per gli altri elettrodomestici invece, la Commissione ha introdotto tre nuove categorie: A+, A++ e A+++. Un frigo diclasse A+++ fa risparmiare oltre il 60% di energia rispetto auno di classe A.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>