Questo articolo è stato letto 0 volte

Enti locali, lotta ai cambiamenti climatici: sindaci di Europa e USA sottoscrivono accordo

La Presidente del Comitato delle regioni e dei poteri locali (CdR) Mercedes Bresso e la Presidente della Conferenza dei sindaci degli Stati Uniti Elizabeth B. Kautz hanno recentemente firmato un Memorandum d’intesa per lanciare una cooperazione nella lotta ai cambiamenti climatici. Alla cerimonia hanno presenziato centinaia di rappresentanti politici regionali e locali nonché la commissaria europea responsabile dell’Azione per il clima Connie Hedegaard. In tale occasione sono state registrate nuove adesioni di città e regioni al Patto dei sindaci, un’iniziativa europea di difesa del clima, lanciata dalla Commissione europea e dal CdR, che ora conta fra i suoi membri 2 000 città, 25 capitali e anche 100 regioni in qualità di strutture di sostegno.
Il Memorandum d’intesa è il risultato di mesi di cooperazione tra il CdR e la Conferenza dei sindaci statunitensi, spinti dalla volontà di intraprendere iniziative concrete in materia di lotta ai cambiamenti climatici dopo i risultati deludenti di Copenaghen. Esso mira ad accelerare l’adozione, su entrambe le sponde dell’Atlantico, di misure locali intese a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, promuovere le fonti di energia rinnovabile e una mobilità urbana sostenibile, nonché modificare il comportamento dei cittadini. Punta inoltre a mobilitare i leader locali e regionali affinché diano voce alle loro richieste nel periodo di preparazione al vertice di Cancún sul clima, che si svolgerà in dicembre.
La commissaria responsabile dell’Azione per il clima Connie Hedegaard, intervenuta al CdR subito prima della cerimonia di firma dell’accordo, ha affermato: “Parallelamente ai negoziati internazionali sul clima, l’UE deve far avanzare il processo teso a rendere l’economia europea più rispettosa del clima. L’Europa deve mantenere anche in futuro la sua posizione di leader delle tecnologie a basse emissioni di carbonio nel quadro di un’agguerrita concorrenza mondiale. In questo modo sarà possibile stimolare una crescita ’verde’, salvaguardare i posti di lavoro e rafforzare la nostra sicurezza energetica. Perciò la Commissione ha fatto della ’decarbonizzazione’ dell’economia dell’UE uno dei pilastri della strategia Europa 2020″.
Dal canto suo, la Presidente della Conferenza dei sindaci USA Elizabeth B. Kautz ha dichiarato: “Il forte impegno dei sindaci americani per la protezione del clima ha contribuito a porre la questione dei cambiamenti climatici all’ordine del giorno sul piano nazionale. I sindaci degli USA stanno sviluppando e attuando piani di sostenibilità e strategie globali di difesa dell’ambiente. La nostra associazione è quindi molto lieta di firmare questo Memorandum d’intesa con il Comitato delle regioni dell’Unione europea, con il sostegno della Commissione europea, in modo da approfondire le strette e solide relazioni che abbiamo saputo instaurare”.
La plenaria del CdR ha segnato un altro momento importante per il Patto dei sindaci: l’adesione della 2000a città (Satu Mare, RO), della 25a capitale (Berlino, DE) e della 100a regione (Murcia, ES). Secondo la Presidente Bresso, “il Patto entra ora in una nuova fase. Affinché i piani d’azione per l’energia sostenibile che si adottano in tutta Europa siano attuati in modo efficiente, è più importante che mai poter contare sul sostegno politico e finanziario delle istituzioni europee e nazionali”.
L’appello della Presidente del CdR ha trovato eco nei risultati dell’indagine condotta dalla piattaforma di monitoraggio Europa 2020 sulle politiche energetiche sostenibili attuate dalle regioni e dalle città dell’UE. L’indagine presenta le buone pratiche di oltre 200 tra enti regionali e locali di tutta Europa e individua tre fattori indispensabili per realizzare gli obiettivi 20-20-20 sul terreno: garantire una leadership politica, adottare un sistema di governance multilivello e fornire un sostegno tecnico e finanziario agli enti locali. I risultati dell’indagine del CdR e le sue proposte per una più efficace azione sul terreno, a livello locale e regionale, per combattere i cambiamenti climatici saranno trasmessi al Presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, che ha convocato uno speciale Consiglio Energia per l’inizio del 2011 al fine di discutere questo tema.

La Conferenza dei sindaci degli Stati Uniti d’America
La Conferenza dei sindaci degli Stati Uniti (USCM) è un organismo ufficiale, non schierato politicamente, che raggruppa le 1 205 città statunitensi con oltre 30 000 abitanti. In seno alla Conferenza ogni comune è rappresentato dal principale funzionario eletto – il sindaco. Gli obiettivi principali della Conferenza sono i seguenti: promuovere lo sviluppo di un’efficace politica urbana a livello nazionale; rafforzare le relazioni tra il livello federale e comunale; garantire che la politica federale risponda alle esigenze delle città; conferire ai sindaci un ruolo guida e fornire loro strumenti di gestione adeguati; creare un forum nel cui ambito i sindaci possano scambiare idee e informazioni. L’Accordo dei sindaci statunitensi per la protezione del clima rappresenta l’iniziativa principale di tale Conferenza: esso riunisce oltre 1 000 città degli USA impegnate nella lotta ai cambiamenti climatici.
Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.usmayors.org

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>