Questo articolo è stato letto 0 volte

Energia: via a fondo europeo per efficienza

BRUXELLES – Parte con una disponibilità iniziale di 265 milioni di euro il nuovo Fondo europeo (Eeef) per il finanziamento di progetto per l’efficienza energetica lanciato a Bruxelles e indirizzato soprattutto agli enti locali. A promuoverlo sono Commissione europea (125 milioni di euro), Banca europea di investimenti (75 milioni), Cassa Depositi e prestiti (60 milioni) e il gestore dell’investimento, Deutsche Bank (5 milioni).
In pole position per aggiudicarsi le risorse si piazzano comuni e regioni italiani. “Sicuramente 30 milioni di euro dei nostri 60 torneranno in Italia” ha detto Giovanni Gorno Tempini, ad di Cassa depositi e prestiti (Cdp). Il potenziale del mercato italiano è elevato: secondo le stime di Cdp, si parla di oltre un miliardo di euro per rendere più efficiente l’illuminazione pubblica e di 8 miliardi per tagliare la bolletta degli edifici pubblici.
“L’efficienza energetica è una questione importante per l’Italia, a maggior ragione dopo il risultato del referendum sul nucleare”, ha detto Gorno Tempini sottolineando come questo tipo di investimenti si possano autofinanziare tramite i risparmi ottenuti. “Questo Fondo è un esempio – ha spiegato Philippe Maystadt, presidente della Bei – di come risorse pubbliche limitate possano fare da catalizzatore di investimenti”, anche da parte delle nuove ‘energy service companies‘ (ESCOs). I progetti possibili spaziano dalle rinnovabili fino ai trasporti urbani puliti. Prossimo obiettivo del nuovo Fondo: attirare privati per arrivare ad un capitale di 800 milioni di euro.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>