Questo articolo è stato letto 12 volte

Disegno di legge bilancio Enti Locali: ok al Senato

disegno-di-legge-bilancio-enti-locali-ok-al-senato.jpg

L’aula del Senato ha approvato, con 184 voti favorevoli il disegno di legge sul bilancio degli Enti Locali (ddl n. 2344 recante modifiche alla legge 24 dicembre 2012, n. 243, in materia di equilibrio dei bilanci delle Regioni e degli Enti Locali). Il provvedimento transita ora alla Camera dei deputati per la seconda lettura. Il voto al Senato ha superato la soglia dei 161 voti a favore (quota necessaria poiché la modifica è legata all’equilibrio di bilancio prevista dall’art. 8 della Costituzione). Alla Camera sarà necessario oltrepassare il medesimo sbarramento. Nelle dichiarazioni di voto M5S ha optato per il voto contrario, Sel, Forza Italia e Lega si sono astenuti, mentre Ala di Denis Verdini ha votto a favore.

La relatrice, sen. Zanoni (PD), ha evidenziato che il disegno di legge modifica la legge attuativa del vincolo di pareggio di bilancio, segnando il superamento definitivo del patto di stabilità interno.
Come riportato nel comunicato di seduta del 12 luglio l’art. 1 sostituisce i quattro saldi di bilancio con un unico saldo non negativo, in termini di competenza, tra entrate e spese finali; introduce il fondo pluriennale vincolato, quale strumento di programmazione e previsione delle spese territoriali; prevede che le misure correttive del saldo negativo siano in quote costanti; affianca alle sanzioni, premi per gli Enti Locali virtuosi. 

L’art. 2 modifica le norme concernenti il ricorso all’indebitamento da parte delle Regioni e degli Enti, prevedendo che le operazioni di investimento attraverso l’utilizzo di risultati di esercizi precedenti siano effettuate in base a intese regionali. L’art. 3 modifica le disposizioni sul concorso dello Stato al finanziamento dei livelli essenziali e delle funzioni fondamentali nelle fasi avverse del ciclo o al verificarsi di eventi eccezionali. L’art. 4 modifica le disposizioni relative al concorso delle Regioni e degli Enti Locali alla sostenibilità del debito pubblico, tramite il contributo al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

La Commissione ha approvato all’unanimità tre emendamenti che prevedono una fase transitoria dal 2017 al 2019 per il fondo pluriennale vincolato; introducono patti di solidarietà nazionali per le operazioni di indebitamento degli enti locali; prevedono la trasmissione alla Camere del decreto attuativo dell’articolo 2.

L’intervento di sistema è volto a semplificare il quadro normativo di riferimento, raccordando le norme approvate in questi anni e semplificare le disposizioni specifiche sulla definizione dei livelli di equilibri di bilancio, oltre a garantire agli enti locali la possibilità di programmare le spese pubbliche territoriali e fare una politica espansiva.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>