Questo articolo è stato letto 51 volte

Decreto Mezzogiorno, riparto 72 milioni: raggiunta l’Intesa in Conferenza Stato-Città

Decreto Mezzogiorno, riparto 72 milioni

Raggiunta nel corso della Conferenza Stato – Città – Autonomie locali del 21 settembre scorso l’Intesa prevista dall’articolo 15-quinquies del decreto legge n. 91/2017 (c.d. Decreto Mezzogiorno), relativa al riparto delle risorse stanziate per l’anno 2017 per le Province delle Regioni a Statuto Ordinario.

Decreto mezzogiorno: il riparto dei fondi

La norma richiamata ha posto in capo all’UPI (Unione Province Italiane) la responsabilità di formulare una proposta al Governo attraverso una procedura amministrativa. Espletata questa procedura, l’UPI ha sottoposto la documentazione al Governo per il raggiungimento dell’intesa; nel frattempo UPI ha indetto specifiche riunioni degli organi a Roma nei giorni 13 e 20 settembre scorso, proprio per approfondire la procedura in corso.
I fondi sono stati assegnati a 32 Amministrazioni, con una distribuzione proporzionale alle richieste arrivate dagli Enti in difficoltà: l’assegno più consistente (poco sopra i 5 milioni) arriva a Salerno, seguito da Lecce (4,1 milioni). Nonostante l’intitolazione del decreto al Mezzogiorno, però, i fondi sono finiti in tutta Italia: 3,1 milioni sono indirizzati a Pavia, per esempio, e altri 3 ad Alessandria.

La lettera dell’UPI

“Ribadiamo – afferma il presidente dell’UPI Achille Variati nella lettera inviata alle 32 Province che parteciperanno al riparto – l’ovvia considerazione che tali risorse certo non risolvono le criticità per molti degli enti che ne hanno fatto richiesta,essendo pervenute complessivamente richieste pari a quasi quattro volte il plafond messo a disposizione dal Governo. Ritengo – prosegue il presidente – che la proposta avanzata in Conferenza Stato-Città rappresenti il punto di maggior equilibrio possibile, finalizzato a contemperare esigenze di grandezze finanziarie molto eterogenee, proprie di Enti in situazioni di squilibrio estremamente differenziate”.

PER APPROFONDIRE:
Il testo completo della lettera del presidente dell’UPI Achille Variati.
La bozza dell’Atto d’Intesa.
Il documento relativo al “Riparto del contributo complessivo di 72 milioni di euro, per l’anno 2017, a favore delle delle Province delle Regioni a statuto ordinario, per l’esercizio delle funzioni fondamentali”.
La Nota metodologica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *