Questo articolo è stato letto 2 volte

Coop «indivise» senza imposta

Stop alla prima rata Imu 2013 anche per i 40mila alloggi costruiti dalle cooperative edilizie a proprietà indivisa, che il Dl 102/2013 ha totalmente equiparato all’abitazione principale. Diversamente dalle cooperative a proprietà divisa, dove ciascun socio diviene soggetto passivo con l’assegnazione dell’alloggio, nelle cooperative edilizie a proprietà indivisa l’assegnatario diventa soggetto passivo solo al momento della compravendita. Permane quindi la soggettività passiva in capo alla cooperativa fino alla stipula del contratto di compravendita (Cassazione decisione n. 654/2007 e Mef risoluzione 5/DF/2007).

Il Dl 201/2011 ha previsto la detrazione di 200 euro per ogni unità immobiliare adibita a prima casa dall’assegnatario, agevolazione che il Dl 102/2013 ha trasformato in assimilazione tout court all’abitazione principale. La novità scatta formalmente dal saldo 2013, ma copre tutto l’anno perché la prima rata è stata già cancellata dall’articolo 1 del Dl 102. Per le 800.000 case popolari (alloggi Iacp, eccetera) è stata invece confermata la sola detrazione di 200 euro, ma di fatto saranno anch’esse escluse dal pagamento 2013 sia per via dello stop alla prima rata (disposta dal Dl 102) e della futura abolizione della seconda rata (prevista con il decreto di metà ottobre), sia perché si tratta di alloggi a bassa rendita che difficilmente superano la soglia della detrazione.

Continua a leggere su: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>