Questo articolo è stato letto 0 volte

Contributi ai disagiati non soldi ma buoni spesa

Cambia il modo in cui vengono distribuiti i contributi del Comune di Firenze ai cittadini in condizione di disagio economico e sociale. Invece di somme di denaro, in via sperimentale fino al 31 dicembre, verranno consegnati dei voucher sociali, ovvero buoni spesa di carta, che si posso spendere in una serie di esercizi commerciali convenzionati (per ora in città sono circa 500). I beneficiari saranno gli assistiti del Siast, il Servizio integrato di assistenza sociale territoriale. Nel 2009 sono stati 2.855, con una spesa per l’amministrazione di 2 milioni e mezzo di euro. Inoltre, il Comune ha concordato con Ataf l’acquisto a prezzi agevolati di biglietti per un totale di 10.000 euro, che saranno distribuiti gratuitamente sempre dal Siast.

Continua a leggere su: Repubblica, Firenze

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>