Questo articolo è stato letto 2 volte

Come Rotterdam è diventato il più grande porto d’Europa grazie all’UE

Le prime navi devono ancora arrivare, ma già in molti si danno da fare in mezzo alla sabbia e alle dune. Rotterdam, il più grande porto d’Europa, ha appena guadagnato 2.000 ettari di terreno dal Mare del Nord per espandere la sua porta d’entrata del 20%. Ridotta in macerie durante la Seconda guerra mondiale, Rotterdam è rapidamente sbocciata nei decenni successivi grazie alla progressiva riduzione delle barriere commerciali tra gli Stati membri dell’Unione europea.

Gli olandesi stanno aumentando le capacità del porto di Rotterdam per poter accogliere la nuova generazione di navi per il trasporto commerciale lunghe 400 metri e che possono trasportare fino a 18.000 container.

Hans Volker, responsabile delle relazioni pubbliche per il nuovo porto, ha dichiarato: “Lo sviluppo del porto sta attirando investimenti da il tutto il mondo da parte di aziende che vogliono trarre vantaggio dal Mercato unico europeo.  Le nuove capacità portuali e i nuovi collegamenti infrastrutturali permetteranno a Rotterdam di continuare a essere la principale porta commerciale verso l’Europa beneficiando le imprese e i consumatori in tutto il continente europeo”.

Attirano lo sguardo la dozzina di nuovissime gru sulla banchina. Quando queste gru alzano i loro bracci meccanici rivaleggiano in altezza con il nuovo ponte Erasmus della città. Le nuove gru sono semi-automatiche e ognuna può trasportare contemporaneamente due container. Esse fanno parte di due terminali per container e possono scaricare la nuova generazione di navi porta-container 24 ore al giorno. Quando i nuovi terminali apriranno a novembre di quest’anno, 25 gru saranno già operative.

Questa ambiziosa espansione, è una testimonianza di quanto Rotterdam si sia sviluppata nel corso degli ultimi 60 anni grazie al Mercato unico europeo. Oggigiorno circa 32.000 navi oceaniche e 87.000  navi da entroterra all’anno fanno uso del porto di Rotterdam il quale offre lavoro a più di 90.000 persone. Il porto ha un fatturato di circa 600 milioni di euro all’anno .

Nel lungo periodo l’economia europea guadagnerà un 10% di crescita economica supplementare come conseguenza del Mercato unico, queste le stime dell’Ufficio centrale di pianificazione del governo olandese. Per i Paesi Bassi, questo vorrebbe dire una crescita supplementare del 17%.

(Fonte: Parlamento europeo)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>