Questo articolo è stato letto 0 volte

«Chiediamo solidarietà e non assistenzialismo»

ROMA – Federalismo deve fare rima con solidarismo e non con assistenzialismo. Può riassumersi così il punto di vista di Vito Santarsiero, sindaco della città capoluogo quartultima per gettito dei tributi immobiliari: Potenza. Con quale animo attende il federalismo e la perequazione? Considero il federalismo un’opportunità nella direzione del protagonismo e dell’autonomismo delle realtà locali. Non del-l’assistenzialismo. Sia chiaro che una città quartultima in classifica, quando si parla di perequazione, s’immagina di ricevere le risorse per erogare i servizi ai cittadini a condizioni omogenee. Può essere una grande opportunità per le realtà locali senza dimenticare le differenze. Come attenuarle? Considerando che sono figlie della storia complessa dei territori. Una città non può essere giudicata male solo perché è ultima. Negli immobili si hanno grandi introiti quando le comunità sono ricche o vivono in condizioni particolari.

Continua a leggere su: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>