Questo articolo è stato letto 0 volte

Cantiere legge di stabilità, le richieste dei Comuni

“Chiediamo al Governo l’apertura rapida di un  confronto per definire le scelte della legge di stabilità, a partire dal superamento della Tasi sulla prima casa e le equivalenti compensazioni finanziarie su cui potranno contare i comuni”.
La richiesta arriva dal Presidente dell’ANCI Piero Fassino al termine di una riunione con i Vice Presidenti dell’Associazione e i sindaci della grandi città. 
“Nel confronto con il Governo – ha aggiunto Fassino – intendiamo anche discutere il superamento del Patto di stabilità, consentendo ai comuni di utilizzare per investimenti risorse accantonate e fino ad oggi bloccate e inutilizzate, nonché una verifica sul nuovo sistema di contabilità che richiede una correzione della disciplina relativa al pareggio di bilancio (legge 243); infine ci attendiamo che nel confronto con il Governo si acquisiscano certezze relative alla riforma del catasto, al sistema della riscossione fiscale e al rimborso delle spese sostenute negli ultimi anni dai comuni per il funzionamento degli uffici giudiziari”. 
Nel corso della riunione è stato anche esaminato lo stato di attuazione delle politiche di accoglienza di profughi e rifugiati. 
“I comuni – ha sottolineato il Presidente  Fassino – stanno svolgendo con   generosità ed impegno un ruolo fondamentale nella gestione  della emergenza migranti. È un  impegno che sta coinvolgendo un numero via via sempre  più ampio di enti locali e che può essere reso più efficace riconoscendo ai comuni un ruolo centrale nella accoglienza e integrazione dei rifugiati. Per questo l’ANCI chiede un confronto al Governo che consenta di fare stato  di ciò che si è fatto fin qui e in quella sede intende avanzare proposte che consentano di dare al sistema di accoglienza più efficacia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *