Questo articolo è stato letto 0 volte

Bilanci 2009, certificazioni entro il 15/11

Entro il prossimo 15 novembre gli enti locali predispongono la certificazione sui principali dati del rendiconto 2009. I relativi modelli sono stati approvati, il 3 agosto, con decreto del ministero dell’interno, direzione della finanza locale e pubblicati, il 26 sulla Gazzetta Ufficiale n. 199. Il provvedimento ministeriale attua quanto previsto dall’articolo 161 del Tuel, in base al quale gli enti redigono apposita certificazione sui dati del rendiconto, con modalità fissata con decreto, d’intesa con l’Anci e l’Upi. In caso di mancata presentazione della certificazione, lo stesso articolo dispone la sospensione dell’ultima rata del contributo ordinario dell’anno nel quale avviene l’inadempienza. A seguito della modifica introdotta dal dl n. 154/2008, il certificato va sottoscritto dal segretario, dal responsabile del servizio finanziario e dall’organo di revisione economico finanziaria, i quali con la firma attestano, altresì, che i dati contenuti nel supporto informatico sono gli stessi di quelli cartacei. Il certificato va presentato alla prefettura, competente per territorio, in una stampa originale e in una copia autenticata. All’originale va allegato un floppy disk o un cd, sul quale l’ente appone l’etichetta con l’indicazione della propria denominazione e della dizione: certificato di rendiconto di bilancio 2009. L’etichetta è fornita dalla società produttrice del software che ha ottenuto l’omologazione ministeriale. Il decreto del 3 agosto conferma le specifiche tecniche circa il formato e l’arrotondamento dei dati, disponendo che gli importi siano riportati con doppio zero dopo la virgola. Il ministero dell’interno sottolinea l’esigenza e l’utilità di estendere l’acquisizione dei dati tramite l’utilizzo della posta elettronica certificata. Gli enti locali che utilizzeranno tale strumento dovranno effettuare la trasmissione entro il 14 dicembre, usufruendo pertanto di un’ulteriore mese. Gli enti che intendono aderire per la prima volta a tale modalità di trasmissione dovranno darne comunicazione entro il 30 settembre prossimo, mentre gli enti già dotati di credenziali potranno utilizzare quelle attribuite. La comunicazione circa il buon esito della trasmissione avverrà sulla stessa casella di Pec. Tali enti non dovranno effettuare alcuna trasmissione in forma cartacea e la sottoscrizione avverrà con firma digitale.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>