Questo articolo è stato letto 1 volte

Bando da 700 milioni con i fondi dell’Unione europea ecco dove si faranno strade, posteggi e parchi giochi

Un bando che da solo vale quasi 700 milioni di euro e che entro settembre sbloccherà lavori per 140 milioni di euro in decine di Comuni siciliani. Ad annunciare il varo della spesa dei fondi del-l’Asse 6 della nuova programmazione europea è stato ieri l’assessore al Bilancio Michele Cimino, che insieme al direttore della programmazione, Felice Bonanno, ha assicurato che «la spesa avverrà in tempi brevi». I fondi sono destinati esclusivamente ai Comuni dell’Isola con la presentazione di 26 Piani integrati di sviluppo territoriale (Pist) e 34 Piani di sviluppo urbano (Pisu). «Siamo sulla strada giusta per velocizzare la spesa comunitaria, già a fine anno si avranno i primi frutti con il finanziamento delle cosiddette operazioni mature», dice l’assessore Cimino. Palermo ha avuto via libera per un progetto da 1,9 milioni per un portale online del Comune. Monreale avrà 380 mila euro per recupero dell’ospedale civico. Partinico 2,6 milioni per l’ex mattatoio comunale e un milione di euro per il recupero di palazzo Bellaroto. Bagheria avrà 3,2 milioni di euro per la scuola Puglisi, 1,2 milioni per restauro di palazzo Butera, 470 mila euro per piste ciclabili e 380 mila per un percorso in via Butera per ipovedenti. Il Comune di Trapani ha avuto ammessi a finanziamento 4,6 milioni di euro per la realizzazione di un parcheggio tra via Trento e piazza Ciaccio Montalo, e altri 6,5 milioni per l’acquisto di bus a metano. Il Comune di Marsala con 3 milioni di euro ristrutturerà il complesso “San Carlo Borromeo” e con 200 mila euro creerà un centro socio assistenziale in via Bagno. Alcamo ha avuto finanziato il progetto da 5 milioni di euro per realizzare una cittadella dei giovani in via Foscolo e un secondo progetto da 7 milioni di euro per la riqualificazione urbana dell’ex cava di travertino e dell’ex arena Italia. Castelvetrano, invece, ha avuto approvati 2,5 milioni di euro per riqualificare il centro storico, 4 milioni di euro per il riuso dell’ex convento di San Francesco di Paola e 3 milioni di euro per la riqualificazione del parco archeologico di Selinunte. Sciacca ha avuto ammessi 1,2 milioni di euro per l’ex istituto Sant’Anna, 400 mila euro per riqualificazione di via Tumolieri, 407 mila euro per un impianto fotovoltaico al Palazzo di giustizia, 3,2 milioni di euro per l’acquisto di mezzi per il trasporto pubblico, 500 mila euro per il consolidamento del lungomare “Giovanni da Procida” e 3,5 milioni di euro per una casa per anziani. Il Comune di Agrigento invece ha avuto ammessi a finanziamento 3,2 milioni di euro per la riqualificazione di via Atena, 2,9 milioni di euro per interventi per gli assi da via Saponara a via Santa Sofia e 700 mila euro per una pista ciclabile a San Leone. Favara ha avuto via libera per 77 mila euro per progetti sociali, Canicattì 6,3 milioni di euro per la ristrutturazione del palazzo di San Domenico, Licata 5 milioni per la riqualificazione dei servizi urbani. Il Comune di Caltanissetta ha avuto ammessi a finanziamento 2,5 milioni di euro per il centro culturale di Palazzo Moncada, altri 2,5 milioni di euro per il parcheggio di via Medaglie D’Oro, e 848 mila euro per l’ex scuola Monaco. Gela ha avuto un primo via libera per 1,6 milioni di euro di impianti fotovoltaici nei palazzi comunali e 272 mila per muri di contenimento frane. Siracusa ha avuto approvati i progetti da un milione di euro per la ristrutturazione del palazzo comunale di via Privitera, mentre Caltagirone ha avuto ammessi 3 milioni di euro per la riqualificazione dell’ex pescheria di via Bosco, 300 mila euro per la circonvallazione, 1,4 milioni per il recupero di via Cavallitti e 2,6 milioni per l’ex Casa delle fanciulle. A Misterbianco arriveranno 5 milioni di euro per l’ex stabilimento Monaco. A Catania 8 milioni per acquisto bus ecologici. Ad Adrano3,4 milioni per l’ex convento dei Francescani, a Paternò 3,3 milioni di euro per costruzione parcheggio in via Nazario Sauro e 1,8 milioni per il complesso monumentale di San Francesco. Oltre 6 milioni di euro li avrà Acireale per impianti fotovoltaici nei palazzi comunali e 10 milioni per il progetto Heritage. Barcellona Pozzo di Gotto avrà 4,3 milioni di euro per il complesso monastico dei Basiliani.

Continua a leggere su: Repubblica, Palermo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>