Questo articolo è stato letto 0 volte

Autorità per l’energia, sanzioni per 1,8 mln a 5 big per bollette poco trasparenti

ROMA – Bollette elettriche poco comprensibili e trasparenti. E’ questa la motivazione delle sanzioni per comprensivi 1,8 milioni di euro che l’Autorita’ per l’Energia ha comminato a cinque ‘big’ del settore elettrico italiano.

L’Autorita’, si legge in una nota, ha inflitto sanzioni per un totale di oltre 1,8 milioni a Edison Energia, Enel Energia, Eni, Sorgenia e Hera Comm ”per violazione di norme a tutela dei consumatori, al termine di istruttorie che hanno accertato l’inosservanza delle disposizioni a garanzia della trasparenza e comprensibilita’ delle bollette”.

In particolare, ”le infrazioni accertate riguardano le bollette emesse sia nei confronti di clienti domestici, sia di clienti non domestici: sono state irrogate sanzioni per un importo di 315.000 euro a Edison Energia; di 872.000 euro a Enel Energia; di 350.000 euro a Eni; di 240.000 euro a Sorgenia; di 80.000 euro a Hera”.

Le violazioni riguardano soprattutto le norme relative all’obbligo per gli esercenti di riportare in bolletta un Quadro sintetico, con le informazioni di immediata leggibilita’ da parte del cliente (ad esempio, i dati identificativi della bolletta, del contratto e del punto di prelievo, le caratteristiche della fornitura e la sintesi degli importi dovuti), e un Quadro di dettaglio dei corrispettivi. L’Autorita’ ha anche adottato provvedimenti prescrittivi ordinando a tutte le societa’ coinvolte la cessazione dei comportamenti lesivi degli interessi dei consumatori.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>