Questo articolo è stato letto 0 volte

Al via la Settimana europea della mobilità A partire da oggi e fino al 22 settembre si svolgerà la dodicesi

A partire da oggi e fino al 22 settembre si svolgerà la dodicesima edizione della Settimana europea della mobilità, alla quale si prevede prenderanno parte oltre duemila città europee. Lo slogan dell’iniziativa è “Aria pulita: a te la prima mossa!”. Lo slogan dell’iniziativa è “Aria pulita: a te la prima mossa!”. La campagna intende incoraggiare le autorità locali europee a  promuovere un trasporto sostenibile, invitando contemporaneamente i cittadini a migliorare sicurezza e benessere personali cambiando i loro comportamenti quotidiani per gli spostamenti in città. La Settimana europea della mobilità nasce da un’iniziativa francese che si tiene ancora con cadenza annuale e che incoraggia città e centri urbani a chiudere le loro strade ai veicoli a motore per un giorno. Il successo dell’iniziativa francese ha portato alla nascita della Settimana europea della mobilità, nel 2002. Da allora l’impatto della settimana dedicata alla mobilità è cresciuto, sia in Europa che nel resto del mondo. Nel 2012, oltre duemila città hanno preso parte  all’iniziativa mettendo in campo un totale di 7 717 misure permanenti, incentrate principalmente sulla creazione di infrastrutture per gli spostamenti in bicicletta e a piedi e destinate ad alleviare il traffico, migliorare l’accessibilità ai trasporti e sensibilizzare i cittadini a comportarsi in sintonia con il tema dalla mobilità sostenibile. Le autorità locali europee sono state invitate a firmare la Carta europea della Settimana della mobilità e a pubblicare i loro programmi sul sito http://www.mobilityweek.eu/ Le città e i centri urbani che hanno programmato un’intera settimana di eventi, dal 16 al 22 settembre, mettendo in opera misure permanenti e organizzando una giornata senza automobili, possono anche candidarsi al premio della Settimana europea della mobilità, di cui sono state recentemente vincitrici le città di  Zagabria (Croazia), Bologna (Italia), Gävle (Svezia) e Budapest (Ungheria).

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>