Questo articolo è stato letto 0 volte

Al Quirinale 35 vetture per un costo di 323mila euro

La presidenza della Repubblica dà il buon esempio. E, nonostante la piena autonomia regolamentare, aderisce per prima, tra gli organismi costituzionali, al monitoraggio sulle auto blu promosso dal ministro Brunetta. Nel garage di via della Dataria ce ne sono 35 (di cui 12 in proprietà e 23 in leasing), mentre gli autisti di ruolo sono 41, con una spesa che nel 2009 è stata di circa 323 mila euro. Una goccia nel mare degli oltre 4 miliardi spesi ogni anno, non senza polemiche, per mantenere le auto della pubblica amministrazione. Sempre in tema di riduzione delle spese, intanto, prende corpo l’ipotesi di un taglio di circa mille euro al mese allo stipendio dei parlamentari. È l’ipotesi su cui si lavora al Senato. Un provvedimento, precisano fonti di palazzo Madama, in linea con quanto previsto per i dipendenti pubblici dalla manovra, ma di certo meno drastico rispetto a quanto auspicato dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, che punterebbe invece su un taglio di 1.400 euro netti al mese.

Continua a leggere su: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>