Questo articolo è stato letto 0 volte

A3 e Salerno-Avellino: i Comuni ricorrono al Tar

SALERNO – Salerno ed Avellino, insieme ad altri nove comuni, ricorrono al Tar del Lazio per bloccare la gara d’appalto dell’Anas per la realizzazione dei caselli per il pagamento del pedaggio sulla Salerno-Avellino e sul tratto salernitano dell’A3 Salerno-Reggio Calabria. Si tratta di un’autentica mobilitazione di massa quella materializzatasi ieri pomeriggio nella sala giunta di Palazzo di Città a Salerno. Ospiti del Comune capofila, sono intervenuti i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Avellino, Forino, Montoro Inferiore, Serino, Montoro Superiore, Solofra, Fisciano e Baronissi per la tratta Salerno-Avellino ed i comuni di Battipaglia, Campagna, Contursi Terme, Padula, Sala Consilina, Polla e Atena Lucana per il tratto dell’A3 fino a Buonabitacolo. Sul tavolo i ricorsi amministrativi al Tar del Lazio finalizzati ad impugnare una decisione governativa che penalizza soprattutto le fasce deboli della popolazione salernitana e avellinese. «Siamo davvero al limite questa azione. La riunione è durata poco più di un’ora e si è conclusa con una forte unione d’intenti circa l’azione amministrativa contro l’Anas. Non sono mancate le «assenze pesanti» di alcune amministrazioni comunali, le cui popolazioni saranno toccate pesantemente dal pedaggio.

Continua a leggere su: Corriere del Mezzogiorno, Napoli

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>